Case History
Il controllo della temperatura nei processi di laminazione – Chile
Richiesta

Controllo della temperatura di un forno in un sistema di laminazione. Nella stampa flexo così come nei processi di laminazione, il colore apportato su supporto plastico o cartaceo viene asciugat nel “tunnel di essicazione” posizionato nella parte superiore della macchina, per evitare che il colore si rovini in fase di avvolgitura.

In passato la funzione di controllo veniva esercitata utilizzando olio caldo ventilato. Le caldaie sono oggi in disuso e per questo si utilizzano, come nel nostro caso, unità di riscaldamento elettriche ad aolio ad alta temperatura.

La richiesta del nostro cliente Cileno puntava ad una centralina ad olio diatermico in grado di erogare 130 kW di riscaldamento, con olio a 230°C.

Soluzione

Fornitura di una centralina di termoregolazione ad olio della nostra serie ET, versione S per olio diatermico a 230°C, potenza di riscaldamento 144 kW, portata pompa 350 lt/min e potenza di raffreddamento pari a 45.000 kCal/h.

Il raffreddamento del cemento – India
Richiesta

Miglioramento delle sfavorevoli condizioni ambientali delle installazioni all’interno di una cava di roccia calcarea in ambiente tropicale, con temperature superiori ai 50°C con U.R. vicine al 90% che obbligano a sottoraffreddare anche il quadro elettrico. Da non sottovalutare anche la grande quantità di polvere in ambiente, gli sbalzi di tensione continui generati dall’alimentazione dei generatori della cava con cavi a 1000V, oltre alla penuria di acqua di ripristino di un’area non presidiata, ed infine alla presenza di roditori della giungla che potrebbero danneggiare i cavi di alimentazione (previsti armati) del chiller.

Eurochiller continua la sua sfida mettendosi quotidianamente in discussione per riuscire a migliorare ogni singolo prodotto in funzione delle esigenze del cliente, del mercato e dell’ambiente.

Soluzione

Fornitura di 3 macchine frigorifere atte al raffreddamento di Inverter VFD (Variable Frequency Drive) in media tensione con potenze medie di 2300 kW. Questi inverter comandano i ventilatori di coda per il processo aspirando aria calda che passando da elettrofiltri abbatte le sostanze nocive (zolfo e Co2) presenti nel processo di cottura del clinker. Le macchine fornite della nostra serie AX sono state concepite con la logica di processo che il delicato raffreddamento sugli inverter richiede e cioè: completa ridondanza di funzionamento e completo monitoraggio da parte del PLC dello stato macchina e del corretto funzionamento del sistema.

La sua missione, infatti, è creare prodotti sempre più all’avanguardia ed efficienti, in grado di offrire soluzioni globali altamente tecnologiche e funzionali, nel rispetto dell’ambiente.

La termorefrigerazione nell’industria dolciaria – Italia
Richiesta

L’importanza di una buona termo-refrigerazione negli impianti di spalmatura/farcitura dolciumi: controllo costante del prodotto finale per evitare la degradazione degli alimenti in fase di produzione.

Soluzione

Essenziale in questa applicazione è la giusta correlazione tra la temperatura dell’acqua termoregolata e la temperatura del prodotto in lavorazione negli emulsori e nelle tubazioni di trasporto alla testa di spalmatura/farcitura. Grazie alle pompe periferiche ad alta prevalenza ed alle resistenze inossidabili controllate da termostato di sicurezza, i nostri termoregolatori della serie 3 Flows sono risultati essere assolutamente indispensabili ai nostri clienti per gestire le eccessive perdite di carico degli impianti di trasporto crema.

Il raffreddamento delle linee di panificazione – Congo – Costa d’Avorio
Richiesta

La realizzazione di una Bulangerie è molto complessa e solo la scelta dei partner giusti permette un buon risultato finale. Un aspetto di primo piano riguarda il raffreddamento, il controllo della sala di lievitazione, il raffreddamento puntuale dell’acqua destinata all’impasto, tutti fattori che, insieme alla corretta temperatura delle camere di lievitazione, contribuiscono a rendere il prodotto finito fragrante e profumato.

Soluzione

Eurochiller ha realizzato tre impianti molto importanti nell’Africa centrale dove la produzione media di pane è di 500/800 T al giorno. Il progetto sviluppato con la collaborazione di Mecatherm (azienda Francese leader nel settore) prevede tre distinti gruppi di raffreddamento: 1) Trattamento dell’aria della sala di lievitazione tramite gruppi frigoriferi ad espansione diretta, 2) Raffreddamento dell’acqua destinata all’impasto tramite un gruppo frigorifero, vasca e scambiatore, 3) Raffreddamento dell’acqua destinata alle camere di lievitazione.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per saperne di più, clicca qui.OK